fbpx
logo-sito-b2c

Carnevale in giro per il mondo

Carnevale è la festa delle feste, durante la quale si celebrano la felicità, i colori, la musica e la gioia senza limiti.

Eppure non tutti la festeggiano, c’è chi apprezza lo svago ma preferisce rinunciare alla baldoria o alla vita mondana che si attiva nel periodo.

Ci sono diverse tradizioni e usi sparsi per il mondo, che caratterizzano il modo unico e speciale di prendere parte a questo movimento.

La tradizione vuole che i festeggiamenti avvengano fra il giovedì grasso e il martedì grasso, prima dell’avvio della Quaresima.

Origini del Carnevale

Ciò che rimane costante è la nascita di questa festa. Già, perché il Carnevale vede le sue origini molto tempo fa.

Si risale infatti a tempi parecchio antichi, addirittura romani o greci. Per questa ricorrenza il caos sostituiva l’ordine stabilito e venivano sciolte le obbligazioni, in modo da creare un’occasione di svago. Talvolta perdendo il senso della morale e dando avvio a pratiche particolari e altrimenti considerate al limite dello scandalo.

La discendenza di origine pagana è poi col tempo stata influenzata dalla religione. Ma, escludendo i luoghi dov’è strettamente collegata a tradizioni antiche, rimane una festa che viene vissuta come meglio si crede in buona parte del globo. Soprattutto per i bambini.

A movimentare il Carnevale ci sono diversi personaggi popolari con storie e caratteristiche diverse. Fra tutti, i più noti sono Arlecchino e Pulcinella. Si tratta di personaggi talvolta enigmatici e curiosi.

Il primo si presenta come una figura molto colorata e gioiosa. È vestito con una tunica dai colori vivaci e, in diverse raffigurazioni, indossa una maschera. Viene visto come solare, infantile e allegro. Veloce e invincibile.

Pulcinella è la figura complementare ad Arlecchino. Si presenta con una tunica bianca e una maschera nera. Lo caratterizza una connotazione più malinconica ed enigmatica, sfuggente e crepuscolare, in parte ancora sconosciuta.

Etimologia della parola

Pensando all’etimologia della parola, si pensa che derivi da “Carnem Levare”, ossia “eliminare la carne”. Ciò è dovuto al fatto che di martedì grasso si dovesse consumare la carne, prima che iniziasse il periodo di digiuno in preparazione alla Pasqua.

Ci sono credenze che derivi da altre combinazioni di parole, come “Carnualia”, che significa letteralmente “giochi campagnoli”, o ancora “Carrus Navalis”, riferendosi appunto a cortei di navi. In alcuni luoghi ancora oggi persistono festività che coinvolgono imbarcazioni addobbate.

Come si festeggia nel mondo?

Al variare delle zone geografiche è possibile incontrare usi e tradizioni diverse.

Insomma, ci si vuole unire per condividere momenti di felicità e di spensieratezza.

Un uso molto diffuso è quello di travestirsi, vestendo i panni di un personaggio reale o fittizio, e provando a trasformarsi per vivere una realtà diversa e intensa, per fuggire anche solo per un po’ da quella di tutti i giorni.

Il “diventare qualcun altro”, mascherandosi e dando vita a una celebrazione che catapulta in un’altra dimensione.

Senza allontanarci molto possiamo trovare diversi esempi che potrebbero risultare di particolare interesse.

Carnevale di Venezia

Chi non ha mai nutrito interesse per le iconiche maschere veneziane? Colorate e cariche di mistero e tradizione. Il Carnevale di Venezia offre ogni anno la possibilità di vivere il sogno e immergersi in un’atmosfera unica.

Le celebrazioni includono anche storicamente altre ricorrenze, come “La Festa delle Marie”, durante la quale venivano benedetti i matrimoni di dodici fanciulle, scelte fra le più povere e belle della città.

Un’altra ricorrenza veneziana è rappresentata dal “Volo dell’Angelo”. Partita con l’esibizione di un acrobata turco che attraversò Piazza San Marco sospeso su una corda lunghissima, si è aperta alla partecipazione di altri giovani veneziani. In seguito a un incidente una colomba ha preso il posto dei temerari acrobati.

Oggi giorno l’attenzione si focalizza sulle maschere e sugli abiti tradizionali. Questi, nascondendo l’identità, permettevano di rivestire i panni di una persona del sesso opposto o anche di mostrare la libertà di corteggiare o di essere corteggiati.

Carnevale di Viareggio

Nel 1873 si è tenuta la prima sfilata di carrozze nella via Regia, appunto, a Viareggio. Di Martedì Grasso quindi ecco sfilare trionfanti monumenti in legno, scagliola e juta. Nel 1921 la canzone “Coppa di Champagne” venne istituita come inno ufficiale dell’evento, e col 1925 venne perfezionata la tecnica della cartapesta, per realizzare carri monumentali e unici.

Burlamacco, dal 1930 immagine simbolo del Carnevale di Viareggio, dal 1931 è stato in compagnia di Ondina, una bagnante. Dopo un grande boom nel dopoguerra, si arrivò ai giorni recenti, in cui il “Carnevale di Viareggio” è un evento su arte, tradizione, spettacolo e cultura che riempie un mese intero di festeggiamenti.

Carnevale di Ivrea

Ivrea sviluppa il suo personalissimo modo di festeggiare il carnevale nel Medioevo.

In questa circostanza, la città festeggia la sua capacità di autodeterminazione, ricordando un episodio di affrancamento della tirannide risalente all’Era del Mezzo.

Ricorrenza molto nota nel periodo carnevalesco è la Battaglia delle Arance, per ricordare la ribellione della figlia di un mugnaio nei confronti dello Ius Primae Noctis (Diritto della Prima Notte) imposto da un barone a tutte le spose. La battaglia delle arance dura tre giorni, e prevede che di Giovedì Grasso tutti i cittadini e i visitatori scendano in

strada con il Berretto Frigio, un cappello rosso a forma di calza. Questo per adesione ideale alla rivolta e aspirazione alla libertà.

Il Carnevale di Nizza

Il Carnevale più famoso della Costa Azzurra è senza dubbio quello di Nizza, le cui origini risalgono al 1200.

Il Conte di Provenza Carlo d’Angiò raccontò dei “Giorni Gioiosi di Carnevale”, per cui per diversi giorni i festeggiamenti prevedevano travestimenti, balli, musiche e colori.

Nel 1800 a Nizza venne organizzata il primo concorso di carri, e nel 1873 la prima sfilata per Martedì Grasso.

Nel 1882 fu realizzata la prima mascotte del Carnevale di Nizza, chiamata Triboulet.

Il trionfo dei fiori del periodo permette la tradizionale realizzazione della Battaglia dei Fiori. Nata dall’artista Alphonse Karr nel 1876, riempie di colore le giornate carnevalesche coi fiori che vengono lanciati sulla folla. I carri sono molto elaborati e richiedono diverse ore di preparazione: circa 50.

In occasione del Carnevale è anche possibile fare una passeggiata sulla Promenade de Anglais (dove avviene la sfilata dei carri), il noto lungomare. Non molto distante si trova Cours Saleya, dove si svolge ogni giorno il coloratissimo mercato dei fiori.

Altre mete degne di nota sono il parco della Collina del Castello, da cui osservare città, porto sul mare e montagne, e anche Mentone, dove ogni anno si tiene la profumatissima Festa del Limone.

Il Carnevale di Londra

A Londra il Carnevale viene vissuto in modo particolare.

Tipico della zona di Notting Hill, questo carnevale viene vissuto in modo diverso rispetto a ciò a cui siamo abituati.

Si svolge dalla mattina alla sera, ma in un periodo differente, ossia intorno al 19-21 di agosto, per celebrare in modo gioioso la musica, la cucina e la cultura caraibica.

Di domenica (Family Day) i festeggiamenti sono meno partecipati, e il clima è più leggero con le premiazioni dei costumi più belli e performance di calypso al World Music Stage.

Di lunedì, invece, si dà avvio dalla parata principale The Grand Finale, facendo salire il ritmo, per riunirsi e festeggiare. I punti di ritrovo sono diversi, ma i principali sono sicuramente Notting Hill, Westbourne Grove, Ladbroke Grove, Westbourne Park e Kensal Road.

Rio De Janeiro

Essendo il Brasile un luogo perlopiù cattolico, rispetta le date di inizio e soprattutto di fine dei festeggiamenti in modo tale che non si vada ad inficiare l’inizio della Quaresima. Per questa ragione, i festeggiamenti iniziano di Giovedì Grasso e terminano di Martedì Grasso.

Prendendo avvio nel XIX secolo per volontà della Borghesia che ha importato i gioiosi festeggiamenti visti in Italia e Francia.

Ebbe così inizio la tradizione di organizzare le cordões: sfilate di persone che ballano e cantano per i blocos (quartieri) della città.

In quest’occasione le scuole di samba competono, dando vita a un carnevale ricco di musica e colori per quattro giorni.

È possibile partecipare come spettatori acquistando i biglietti direttamente dal sito, per assicurarsi un post da cui assistere a forse il carnevale-competizione più gioioso che si conosca.

Santa Cruz De Tenerife

Il carnevale più brasiliano della Spagna per quindici giorni anima questa città delle Canarie.

Uno dei momenti più importanti di questa festività è sicuramente quello dell’elezione della Regina della Festa, che si svolge il mercoledì prima della settimana delle celebrazioni. Le candidate sfilano con costumi che possono arrivare a pesare anche oltre 100 chili.

Il venerdì successivo si tiene la cavalcata che segna l’inizio del carnevale.

I tre giorni successivi sono caratterizzati da un’esplosione di musica che riempie le strade, mentre gruppi in maschera si esibiscono e raccontano con una musica ricca di arguzia e di ironia la realtà sociale e politica.

Di Martedì Grasso si arriva alla Sfilata del Coso, una grande sfilata di carri, e alla Sepoltura della Sardina il giorno dopo. La sardina simboleggia lo spirito del carnevale, e viene trasportato per le strade su una carrozza e bruciato davanti a corte di vedove, vedovi e prefiche. L’addio avviene nel fine settimana durante la Piñata Chica, con spettacoli, sagre e sagre.

Dopo aver conosciuto alcuni fra i più famosi modi di celebrare il Carnevale, cosa ne dite di farvi ispirare e di festeggiare questa ricorrenza con spirito giusto? Dove vorreste festeggiare?

Ti piace quest'articolo? Condividilo con altri a qui possa interesare

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Linked in
Condividi su Pinterest
Gabriele Avanzi

Gabriele Avanzi

Facci sapere la tua opinione

Menu

Carrello della spesa

Save Cancella

Add A Coupon

Enter coupon code here

Save

Cancella

Previsione di spedizione

Calculate Shipping

Cancella